La prima gaffe sanremese di Fazio e Lucianina: quello spot offende i disabili…

«Vorrebbe essere un’innocua gag, la scenetta d’amore tra Fabio Fazio e Luciana Littizzetto sulle note di Se mi lasci non vale per presentare l’imminente edizione 2014 del 64mo Festival della Canzone Italiana di Sanremo, ma non pochi telespettatori, tra cui molti portatori di handicap ci hanno segnalato di sentirsi offesi dall’epilogo dello sketch, nel quale la nota comica esce dal video lasciando un braccio corredato di mano tra le mani del famoso presentatore». Con questo comunicato lo Sportello dei diritti annuncia un’iniziativa contro viale Mazzini e i conduttori della kermesse sanremese. «Ancora una volta – attacca l’associazione – siamo costretti a denunciare il cattivo gusto cui ci abitua quello che dovrebbe essere il servizio pubblico, che è tanto più squalificante se si pensa che riguarda una tra gli appuntamenti televisivi più attesi ogni anno. Per tali ragioni – prosegue la nota – Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, unendosi al coro dei tanti cittadini inorriditi dallo spot in questione, si rivolge in primis ai vertici Rai e agli autori del censurabile “spettacolo” per l’immediata rimozione dello stesso. In caso contrario, chiede un intervento dell’Agcom per ordinarne la cancellazione dagli schermi e dai palinsesti pubblicitari». Lo spot finito nel mirino, una brutta copia delle gag degli inarrivabili Raimondo Vianello e Sandra Mondaini, più che indignare colpisce per la sua banalità, soprattutto tenendo conto di quanto costa la kermesse sanremese. «Secondo notizie di stampa – scrive il Mattinale – quest’anno costerà 18 milioni di euro. La Rai sostiene che tali costi saranno coperti interamente dalla pubblicità, cosa tutta da verificare. Rimane fitta la nebbia sui compensi ufficiali della premiata ditta Fazio-Littizzetto, che per l’edizione 2013 del festival portarono a casa la bellezza di un milione di euro: 600 mila euro per il conduttore di Che tempo che fa, a cui si sono aggiunti i 2 milioni di euro di compenso annuo, e 300 – 350 mila euro per Lucianina, a cui sommare il compenso stellare, 20 mila euro a puntata, per i suoi 15, preziosissimi minuti di soliloquio domenicale nel salotto di Fazio». La nota di Forza Italia chiede di fare un piccolo sforzo e rendere pubblici i compensi. Anche per capire quanto sono costati Fazio, Littizzetto e la squadra di autori in grado di produrre spot del genere…