Il Bolero di Caroline risveglia l’orgoglio italiano e vendica la “banana” francese della Casta

Il Bolero del francese Ravel è un ballo sensuale ma elegantissimo, durante il quale una donna volteggia su un tavolo circondata da gruppo di uomini che a cerchi concentrici si avvicinano a lei con il crescere della musica, in un intreccio di note e di movenze delicate e avvolgenti. “Ma ‘ndo vai se la banana non ce l’hai” è invece un celebre balletto italiano da cabaret scritto da Alberto Sordi e contenuto nel bellissimo film “Polvere di stelle”. Sulle note del Bolero Caroline Kostner, dopo anni di tentativi costellati da grandi delusioni, cadute e propositi di addio, ha conquistato un meraviglioso bronzo alle Olimpiadi russe di Sochi nel concorso di pattinaggio artistico. In pochi minuti, sul piccolo schermo, in un canale “in chiaro” sistemato alla periferia del telecomando, qualche centinaio di migliaia di fortunati telespettatori ha assistito al trionfo di una ragazza italiana (bolzanina, ma che parla correttamente ladino, tedesco e anche inglese) che da anni lavorava per il suo sogno olimpico, “bruciato” una prima volta a Torino e una seconda volta a Vancouver: un’atleta riservata, di buona famiglia, impegnata nel volontariato, poco incline ai rotocalchi rosa (nonostante il “pesante” fidanzamento con il corridore dopato Alex Schwarz), per nulla attratta dal palcoscenico e dal facile successo televisivo, ancorata con i piedi ben saldi per terra e sulla pista. Un non-personaggio, insomma, snobbato dai talk, dai Sanremo, dai reality, dalle cronache mondane. Ma bravissima, un’eccellenza italiana nel mondo.

Letizia Casta è un’attrice francese, nota in Italia per essere stata la fidanzata di Stefano Accorsi, un attore italiano di medio livello. Da anni si batte nel mondo della celluloide per dimostrare di saper recitare, finendo però per arrendersi a pellicole da commedia all’italiana, come quella che tra pochi giorni uscirà in Italia. Letizia Casta è molto amica di Fabio Fazio, che dopo 14 anni l’ha richiamata a Sanremo, non si sa bene per quali meriti acquisiti, per farla esibire al festival in qualcosa che ne giustificasse la presenza. Sempre bellissima, nonostante il tempo che avanza, Letizia è stata costretta a ballare con il suo amico presentatore sulle note di “ma ndo’ vai se la banana non ce l’hai”, con esiti esteticamente volgari e artisticamente disastrosi. Però l’hanno vista i quasi nove milioni di telespettatori sintonizzati martedì sul festival di Sanremo sulla rete ammiraglia della Rai. Molti milioni in più di quelli che hanno assistito alla prestazione di Caroline Kostner, visto che la Rai le Olimpiadi le ha snobbate lasciandole alle pay tv. E  investendo mezzi e risorse sulle costose banane francesi di Fazio.