Gianni Morandi fa gli auguri a Renzi su facebook. La rivolta dei fan: “Canta, che è meglio”

Sulla pagina Facebook di Gianni Morandi campeggia in prima linea un vistoso post con gli auguri a Matteo Renzi. Una grande foto occupata per metà dal faccione del neo-premier e una scritta enorme “Auguri Italia”. Lo spirito dell’uomo di sinistra è uscito fuori dopo un periodo di sobria equidistanza dalle vicende politiche. «La speranza degli italiani è che si possano tradurre in fatti concreti le promesse del nostro giovane presidente Matteo Renzi. Proviamo a crederci! Gli auguri al nuovo governo sono auguri anche a noi stessi», scrive. I commenti? Un massacro… Il cantante amatissimo dal pubblico italiano, fa flop come commentatore politico e come demagogo non riesce a incidere neanche un po’. Gianni, ma dove vivi?, questo il senso complessivo di una valanga di post che tra l’ironico, lo scettico e l’arrabbiato finiscono per fargli fare una figura poco dignitosa, tra il credulone e lo sprovveduto. I suoi seguaci di Fb, pur ammiratori dell’artista, non si lascino abbindolare dalle sue speranze, non siamo “nel grande prato dell’amore”. Realisticamente uno scrive, “Su, che non ci credi nemmeno tu!”. Di seguito un altro, “Come si fa ad avere fiducia di uno che dice una cosa e ne fa un’altra!”. E poi, “canta che è meglio”. Scegliamo fior da fiore: “nel frattempo ke loro si scambiano a Roma i posti gli italiani si uccidono…”. “Solo tu ci puoi credere..tanto che problemi hai ?…scusami Gianni…vaglielo a dire a chi non ha il tuo reddito!!!!!”.

Qualcuno traccia analisi più dettagliate, rivelando di essere molto più in sintonia con il Paese di quanto non dimostri Morandi. “Si fa presto a dire speriamo.. Il problema è che si è partiti già male, visto che Renzi non è stato eletto dal popolo, ma dai soliti loro giri interni…e che lo stesso Renzi aveva detto in passato che lo sarebbe diventato solo se votato in maggioranza”.

“Come si fa ad avere speranza in uno che un giorno scrive “Enrico stai sereno” e dopo lo costringe a dimettersi?”.  Man mano che si procede con i commenti troviamo toni sempre più esasperati: “Gianni, io ed altri milioni di italiani, non sappiamo come ancora possa andare in giro questa farsa ademocratica, noi non abbiamo votato né Monti, né Letta, né Renzi, questa cosa non va per niente bene! Vogliamo il voto”. Se dovessimo giudicare dalla pagina Fb di Morandi il credito dato a Renzi è quasi inesistente. “Vivi su Marte, Gianni?”, “Anche tu credi agli asini che volano?”. “Gli darò gli auguri dopo aver un lavoro, una casa, allora lo invito pure a cena”. E poi, “Morandi credici, credici, credici, noi rideremo al primo confronto politico nel quale verrà annulato, poi il nostro Napo farà un altro nuovo governo, e così continueremo con governi e governi sino che l’italia si incazzerà e il popolo finalmente interverrà: tutti a casa”. Il tenore non cambia. Morandi avrebbe fatto bene a tenere un basso profilo.