Davanti al Quirinale, la protesta di Fratelli d’Italia mentre Renzi arriva sulla giulietta bianca

Un gruppo di manifestanti di Fratelli d’Italia, guidati da Giorgia Meloni, protestano davanti al Quirinale al grido di: “Elezioni, elezioni”. L’iniziativa, con bandiere tricolore e stendardi del partito, ha preso il via pochi minuti dopo l’ingresso di Matteo Renzi nel palazzo della presidenza della Repubblica per ricevere l’incarico. Tra i cartelli esibiti, anche una citazione dello stesso Renzi: “Non sarò mai presidente del Consiglio senza essere eletto”. I manifestanti sventolano tessere elettorali.

“Chiediamo una legge elettorale decente e il voto: se Renzi vuole fare il presidente del Consiglio deve farsi eleggere dal popolo”. Lo dice Giorgia Meloni, nello spiegare le ragioni della protesta di Fratelli d’Italia, in corso davanti al Quirinale. “La nostra è un’azione di protesta contro il terzo governo che passa sulla testa del popolo italiano, in un’Italia dove non c’è più democrazia. Ne faremo diverse, perché gli italiani devono capire che sono più potenti dei poteri forti e possono chiedere il voto”, aggiunge Meloni. E afferma: “Da Renzi non mi aspetto molto perché anche generazionalmente speravo potesse rappresentare la generazione nuova e invece mi ha deluso”. “Protestiamo – sottolinea il deputato FdI, Fabio Rampelli – non perché ce l’abbiamo con Renzi ma perché riteniamo che in democrazia i rappresentanti dei cittadini devono essere scelti attraverso libere elezioni: basta con le manovre di Palazzo, basta con i presidenti del Consiglio scelti con le consorterie”.