Sondaggio Tecné: il centrodestra in vantaggio, ora è al 36,7 per cento e stacca Pd & C.

A Renzi non basta la “grande abbuffata” televisiva, con i tiggì che raccontano il suo “grande pensiero” su qualsiasi tema politico, sociale, economico e culturale, e con la stampa “amica” che gli dedica titoloni per tirargli la volata, manco fosse il Messia. Non basta nemmeno il tentativo di abbracciare l’antipolitica, con annunci a metà tra i grillini e i politici della Prima Repubblica, con uno show al giorno che, secondo lui, toglie l’avversario di torno: secondo il nuovo sondaggio realizzato da Tecné per Tgcom24, infatti, se si votasse oggi, vincerebbe il centrodestra abbastanza facilmente. È vero, Renzi fa guadagnare altri due punti al Pd e logora Letta, con la fiducia del governo sempre più in calo. Ma è altrettanto vero che il centrodestra è in vantaggio di oltre tre punti sul centrosinistra, che è un corposo numero di voti. I risultati danno, infatti, il centrodestra al 36,7% (36,1% nello scorso sondaggio, quindi in continua crescita), contro il centrosinistra che si attesta al 33,5% (31,5% nello scorso sondaggio); il Movimento Cinque Stelle di Grillo scende, invece, al 20,6% (contro il 23,2% dello scorso sondaggio), l’ennesima perdita di consenso per l’ex comico, che sta vivendo una stagione di contraddizioni. Per quanto riguarda, infine, la fiducia nel governo, diminuiscono i giudizi positivi: 32%, contro il 35% dello scorso sondaggio. I giudizi negativi salgono al 52.6% (47,7% nello scorso sondaggio), mentre il 15.4% degli intervistati non fornisce indicazioni. Riguardo ai singoli partiti, Forza Italia è al 22,9; il Nuovo centrodestra al 5 rispetto al 5,3 precedente; Fratelli d’Italia al 3,1 in crescita rispetto al 2,8 precedente; la Lega Nord al 3,8, contro il 3,4.