Roma chiama Parigi: sabato torna in piazza “Manif pour tous Italia” in difesa della famiglia naturale

«La battaglia per la famiglia è trasversale, non possiamo piegarci alla dittatura del pensiero unico, il futuro riguarda tutti». Con queste parole l’associazione “La Manif pour tous Italia” ha annunciato la manifestazione di sabato 11 gennaio, alle ore 15.30 in Piazza di Pietra a Roma per tutelare la famiglia naturale. «Un evento pubblico, per dire il nostro “No” alla legge bavaglio Scalfarotto – fanno sapere i promotori – per ribadire che la libertà di espressione è sacrosanta, per difendere la famiglia e il futuro della nostra società». L’Associazione, che nasce in stretto legame con l’omonima realtà francese, intende «mobilitare i cittadini italiani di tutte le confessioni religiose, politiche e culturali e risvegliarne le coscienze in merito alle problematiche riguardanti le recenti leggi su omofobia e transfobia, teoria del gender, matrimoni e adozioni a coppie omosessuali. Il suo scopo è garantire la libertà di espressione, preservare l’unicità del matrimonio tra uomo e donna e il diritto del bambino ad avere un padre e una madre». Non un movimento clericale o confessionale, ma pienamente laico, che si richiama alla Costituzione italiana agli articoli 29, 30, 31, basata sul matrimonio tra uomo e donna. La petizione in difesa della famiglia lanciata lo scorso 5 dicembre, a detta degli organizzatori ha già raggiunto le 17.000 adesioni. «Ma l’attacco alla famiglia e alla libertà di espressione prosegue e la nostra protesta non può fermarsi». Alla manifestazione di sabato prossimo aderiranno politici, associazioni familiari, esponenti del mondo cristiano ebraico e musulmano, e  movimenti homosex contrari alla legge.

Hanno già assicurato la propria presenza: Francesco Belletti (Presidente del Forum delle Associazioni Familiari); Guido Guastalla (Comunità Ebraica di Livorno); Luca Volontè ( Direttore generale Fondazione NovaeTerrae); Jean-PierDelaume-Myard (Portavoce Homovox); Pietro Invernizzi (Portavoce delle Sentinelle in Piedi) ; Gianfranco Amato (Associazione Giuristi per la Vita). Aderiscono all’evento: Associazione Arkè – Associazione Giuristi per la Vita – Associazione Nazionale Famiglie Numerose – Associazione Culturale Identità Europea – Comitato della Famiglia  – Comitato “Si alla Famiglia”, Torino – Movimento Europeo per la difesa della vita – Sentinelle in Piedi – Notizie Pro Vita. Dal mondo politico interverranno: Laura Bianconi, Maurizio Gasparri, Carlo Giovanardi, Lucio Malan, Massimiliano Fedriga, Giorgia Meloni, Nicola Molteni, Alessandro Pagano, Eugenia Roccella, SMaurizio Sacconi, Mario Sberna.