La terra trema in Molise e Campania: paura ma niente danni

Una scossa di terremoto (magnitudo 4.2) si è verificata alle 8,12 sui monti del Matese, tra il Molise e la Campania. Il sisma è stato sentito a Campobasso e in molti altri centri della provincia, come pure a Caserta, Benevento e Napoli. Numerose persone sono scese per strada. Le scosse sono state avvertite nitidamente nei quartieri alti di Napoli (Vomero, Colli Aminei, Camaldoli) ma anche nel centro antico. I dirigenti di alcuni istituti scolastici hanno deciso quindi di far evacuare le aule. Le località prossime all’epicentro sono i Comuni di Castello del Matese, Piedimonte Matese e San Potito Sannitico, nel Casertano, e di Cusano Mutri (Benevento). Secondo l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, l’evento sismico è stato registrato a una profondità di undici chilometri. La scossa delle 8,12 è stata avvertita anche nel Salernitano, prevalentemente nelle località nell’agro Nocerino Sarnese e nel capoluogo. Il centralino del Comando provinciale dei vigili del fuoco è stato raggiunto da una cinquantina di telefonate di richieste di informazione. «La scossa è stata sentita anche a Isernia ma in maniera più lieve rispetto alla scorsa volta. Ho comunque allertato in via precauzionale la Protezione civile e l’Ufficio tecnico per eventuali controlli sugli edifici – ha detto il sindaco Luigi Brasiello – Nessuna scuola è stata evacuata, la situazione al momento è relativamente tranquilla. Abbiamo dato la possibilità ai genitori di scegliere se lasciare i bambini a scuola o portarli a casa». Non sono ancora giunte richieste di verifiche di staticità a edifici. Paura ad Angri e Nocera Inferiore, dove alcuni genitori hanno preferito non fare entrare in classe i bambini. A Salerno la scossa è stata avvertita ai piani alti dei palazzi del centro. Sono in corso le verifiche per eventuali danni a persone o cose. L’area tra le province di Caserta e Benevento è notoriamente sismica. Nella stessa area, solo poco più di due settimane fa, si era registrata un’altra forte scossa di magnitudo 5.0.