La magistratura non è all’altezza del compito che le è stato assegnato

da Assunta Manno.

Leggendo le dichiarazioni dei vertici della magistratura mi chiedo se chi le ha rilasciate si renda conto della gravità della situazione. Lanciano accuse contro tutto e contro tutti, parlano di infamante gogna nei confronti delle toghe. Se uno non sapesse come è conciata la giustizia italiana non avrebbe alcun problema a credere che la magistratura è una vittima di un sistema brutto e cattivo, che si accanisce sistematicamente sempre contro i poveri e umili servitori dello Stato che hanno l’unica colpa di fare onestamente il suo lavoro. Prenderei per buona questa difesa senza battere ciglio se questa magistratura fosse all’altezza del compito che le è stato assegnato. Ma questa magistratura non può parlare, non può scaricare le colpe su altri quando è risaputo che essa è all’ultimo posto delle classifiche europee e fatica per competere con i sistemi giudiziari dei paesi in via di sviluppo. Non sono opinioni di chi vede toghe rosse ovunque ma constatazioni che arrivano da organizzazioni internazionali di tutto rispetto. Prima di lanciare inesistenti accuse contro fantomatiche gogne è meglio far pulizia in casa propria, non per difendersi da eventuali berlusconate ma per il doveroso rispetto nei confronti di quel popolo italiano nel nome del quale si pronunciano le sentenze.