Iniziato il faccia a faccia Berlusconi-Renzi: all’arrivo del Cavaliere tanta curiosità e qualche protesta

Silvio Berlusconi è entrato da qualche minuto nella sede del Pd per incontrare Matteo Renzi. Il Cavaliere è stato accolto da alcune centinaia di curiosi, che hanno scattato fotografie con i cellulari all’ingresso nella sede del partito rivale da parte del leader di Forza Italia. Uno sparuto gruppo di manifestanti hanno espresso il loro dissenso contro il Partito democratico gridando «Vergogna, vergogna» e ancora «Non si tratta con i criminali». Alcuni di questi, al passaggio della macchina dell’ex premier sono state lanciate anche delle uova e alcune di queste sono finite sulla parte posteriore della macchina in cui era Berlusconi. Renzi era invece arrivato in mattinata via treno da Firenze. Sulla vettura, nel tragitto fra le carrozze per raggiungere il suo posto, Renzi ha ricevuto diversi ”in bocca al lupo” dai passeggeri. Il segretario del Pd ha preferito non parlare con i giornalisti, ma sul treno ha intrattenuto una breve conversazione con un controllore fuori servizio, Domenico Frustagli. «Gli ho fatto l’in bocca al lupo – ha raccontato Frustagli – Nel mio circolo di Catanzaro, roccaforte bersaniana, all’inizio ero l’unico renziano. Bisogna invertire la rotta, anche se in fondo rimarremo comunisti».