Il grande balzo della Cina: supera gli Usa e diventa prima potenza commerciale

Nel 2013 gli scambi commerciali della Cina per la prima volta nella storia hanno superato i 4.000 miliardi di dollari, consacrando il gigante asiatico come prima potenza commerciale al mondo a discapito degli Stati Uniti. Secondo i dati diffusi dall’ufficio delle dogane cinesi, il valore totale tra esportazioni ed importazioni ha raggiunto i 4.160 miliardi di dollari, con un balzo del 7,6% rispetto al 2012.

Ad assorbire il 33,5% del commercio estero della Cina sono stati Unione Europea, Stati Uniti e Giappone. Alla Cina, fa notare il Sole 24 Ore, “sono bastati 13 anni dall’ingresso nel Wto per doppiare gli Stati Uniti sul valore degli scambi commerciali con l’estero”. Il che conferma che stiamo parlando di un sorpasso storico sugli Usa dovuto secondo gli analisti soprattutto all’aumento delle importazioni.

l’anno scorso, il totale delle esportazioni e importazioni cinesi ha raggiunto i 4.160 miliardi di dollari con un rialzo del 7,6%. Le esportazioni cinesi sono aumentate 7,9%, a 2.210 miliardi di dollari, e al tempo stesso le importazioni sono salite del 7,3%, a 1.950 miliardi, evidenziando un buon trend della domanda interna. Il surplus del commercio estero è salito a 259,75 miliardi di dollari nel 2013, il livello più alto dal 2008, con un aumento del 12,8% rispetto all’anno precedente. Il commercio con l’Unione europea, primo partner commerciale della Cina, è risalito del 2,1% a 559,1 miliardi di dollari nel 2013. La Cina ha esportato beni per un valore di 339 miliardi nell’Ue, mentre le importazioni hanno raggiunto i 220,1 miliardi di dollari. Maggiore il balzo del commercio con gli Usa, secondo partner commerciale, salito del 7,5% a 521 miliardi di dollari. Le esportazioni cinesi negli Usa sono arrivate a 368,4 miliardi di dollari, mentre le importazioni a 152,6 miliardi.