Berlusconi lancia la sfida: «Sarò capolista alle europee». E punta all’election day per il 25 maggio

Arriva alla riunione con i coordinatori locali e subito parte la caccia alla notizia. C’era grande attesa per il ritorno di Silvio Berlusconi a Roma, per riempire le caselle sulla scacchiera di Forza Italia e soprattutto per capire le intenzioni per i prossimi appuntamenti, E subito arriva la notizia: «Puntiamo all’election day per il 25 maggio e vinceremo, grazie al lavoro dei coordinatori appena nominati e dai numerosi club che stanno nascendo in tutta Italia, siamo già oltre 6000. Arriveremo a dodicimila», le prime parole che trapelano dall’incontro con i vertici del partito. Poi l’auspicio (che è un vero e proprio annuncio): «Spero di essere capolista in tutte le regioni alle Europee». Frasi che confermano quanto detto per settimane e soprattutto nel corso della manifestazione di solidarietà in via del Plebiscito, quando promise agli azzurri che non avrebbe mollato perché sarebbe stato un tradimento nei confronti di chi ha sempre avuto fiducia in lui. Il Cavaliere ha inoltre fatto sapere di aver ricevuto ”offerte” di candidatura da alcuni paesi tra cui la Romania, la Bulgaria, Malta e forse la Spagna: «Io però – ha ribadito – voglio candidarmi in Italia».

Poi la notizia della nomina di tre nuovi presidenti dei comitati regionali (altri incarichi nazionali e regionali saranno definiti nei prossimi giorni): per l’Abruzzo ci sarà Nazario Pagano; in Puglia Francesco Amoruso; Ue in Umbria Catia Polidori (Commissario). Il primo compito dei nuovi presidenti sarà la costituzione di un comitato di presidenza regionale costituito da altri quattro vicepresidenti che li affiancheranno nello svolgimento delle loro funzioni».