Sfigurata dall’acido a Roma: rischia di perdere un occhio. Ferita anche la figlia che ha tentato di difenderla

Rischia di rimanere sfigurata e di perdere un occhio dopo che il marito le ha gettato l’acido sul volto. E ad essere ferita è anche sua figlia, di 13 anni, che ha cercato di fermare il padre. E’ accaduto nella notte a Roma in zona Casilina dove un bengalese di 50 anni ha aggredito la moglie, di 35. L’uomo è stato arrestato dai carabinieri. Lei è stata subito trasportata in ospedale per le ustioni al volto e i danni all’occhio. Sono rimasti leggermente feriti lo stesso uomo e la figlia, con venti giorni di prognosi. La senatrice del Pd Monica Cirinnà ha chiesto che all’uomo venga revocato il permesso di soggiorno. Purtroppo non mancano i precedenti di questa forma di aggressione. L’ultimo caso si è verificato a fine ottobre a Torino: in questo caso è stata una nigeriana a versare sul volto del compagno un contenitore di acido muriatico.

Eclatante il caso di Lucia Annibali, che proprio in questi giorni è apparsa in tribunale per sfidare il suo ex compagno che aveva ingaggiato due sicari per sfigurarle il volto con l’acido. Il processo si terrà il 21 febbraio. Lucia, avvocato di 36 anni, venne sfigurata a Pesaro il 16 aorile scorso: in condizioni molto gravi viene ricoverata al centro grandi ustionati di Parma con ustioni di terzo grado sul volto. Poco dopo viene fermato l’ex fidanzato della vittima, un avvocato che non si era rassegnato alla fine della relazione.