La protesta dei Forconi arriva alle frontiere: paralizzata l’autostrada di Ventimiglia. Interviene la polizia

Al quarto giorno non si arrestano le manifestazioni di protesta del movimento dei Forconi. In tutta a penisola si registrano ancora blocchi stradali, manifestazioni e sit-in che proseguiranno fino a venerdì, in tutta Italia. Anche la frontiera di Ventimiglia è paralizzata dalla protesta del Movimento dei Forconi. Un gruppo di manifestanti, che si è radunato in maniera spontanea, ha bloccato, poco prima delle 7, l’accesso alle frontiere mettendo di traverso alcune auto lungo la statale Aurelia. Il traffico è stato bloccato, i mezzi non possono raggiungere né la frontiera di Ponte San Ludovico né quella di Ponte San Luigi. I manifestanti hanno annunciato che si sposteranno anche verso la barriera autostradale della A10. La polizia è intervenuta con lanci di lacrimogeni per liberare la strada di accesso alla frontiera.

A Torino si segnalano segnali di miglioramento rispetto alle tensioni verificatesi negli giorni scorsi. I mercati hanno potuto riaprire grazie alla vigilanza della Polizia che sta effettuando anche un servizio d’informazione tra negozianti e ambulanti per rasserenare gli animi. Nella notte non sono stati effettuati blocchi stradali per impedire il rifornimento delle merci. A Milano, la situazione più critica si sta verificando sulla Tangenziale Ovest dove la Polizia stradale, in uscita per la Fiera Di Rho-Pero, ha dovuto operare una chiusura temporanea – a singhiozzo – dei rondò di accesso all’area fieristica per una manifestazione dei ‘forconi’ a cui si sono aggiunti circa 500 studenti. Sempre il movimento spontaneo di protesta è tornato anche stamani in piazzale Loreto, dove si stanno concentrando alcune decine di persone, che nelle previsioni della questura potrebbero aumentare con il passar delle ore e dare vita a dei cortei improvvisati. Segnalazioni di disagi anche dal Sud. C’è un solo presidio sulla statale 16, all’altezza di Barletta, che rallenta il traffico. Circa 25 – a quanto riferisce la Polstrada – i mezzi fermi su una corsia di marcia. Piccolo presidio anche sulla corsia di emergenza, direzione sud, della tangenziale di Bari che finora non crea disagi. Una decina di persone si è invece radunata in piazza prefettura, a Bari, con l’intenzione, a quanto riportano i social network, di sfilare in corteo.