La Norvegia come l’Indonesia? I conservatori “junior” chiedono la legalizzazione della poligamia

Legalizzare la poligamia: la singolare richiesta non arriva da un Paese a tradizione islamica, ma dalla evoluta Norvegia. La proposta choc è stata votata nel corso dell’annuale riunione del movimento giovanile del Partito del Progresso, formazione di destra al governo in Norvegia. Secondo quanto riporta il giornale norvegese Dagbladet, la leader del movimento Katrine Jakobsen Solberg, ha chiesto «una legge neutrale che affermi che ognuno può sposare chiunque voglia e quante persone voglia». «Personalmente – ha aggiunto – ho difficoltà a trovare argomenti contro la poligamia e non credo che il governo debba interferire nelle vite sentimentali dei suoi cittadini». Uomini e donne dunque dovrebbero essere liberi, secondo la formazione giovanile dei conservatori, di costituire famiglie allargate a geometria variabile. Un’idea che però mettee in imbarazzo la dirigenza nazionale del partito. La proposta sarà portata al congresso di aprile del partito ma Alte Simonsen, del comitato centrale, ha sottolineato che la formazione populista guidata da Siv Jensen, solitamente accoglie con favore le nuove idee espresse dall’ala giovanile, ma in questo caso la proposta di legalizzare la poligamia farà difficilmente parte del programma politico ufficiale. «Dal punto di vista di una prospettiva puramente libertaria – ha spiegato – si può considerare che la poligamia debba essere legale, ma sappiamo che la maggior parte delle persone che vivono in questo modo non lo fanno quasi mai volontariamente. Penso decisamente che non sia una buona idea». Di certo vedere