Fa trasformare il figlio morto in un diamante. Lo rivela l’agenzia di pompe funebri che offre il “servizio”

Non è un segreto che intorno al caro estinto esistano business da migliaia di euro. Ma fino a che punto è accettabile che le aziende del settore lucrino sul dolore di chi subisce una perdita incolmabile? È questo l’interrogativo di fondo provocato da una storia anomala e straziante che arriva dal Trevigiano, quella di un padre di 55 anni che ha fatto trasformare le ceneri del figlio ventenne, morto in un incidente, in un diamante. A raccontare la vicenda al Gazzettino è stata la titolare dell’agenzia funebre che ha offerto il “servizio” all’uomo, il quale era andato da lei per occuparsi di un altro grave lutto: la perdita della madre. Lì l’uomo, stando a quanto riferito dalla donna, avrebbe notato il materiale che pubblicizzava la possibilità di trasformare le ceneri dei defunti in un “diamante della memoria”. Se ne occupa un’azienda svizzera per una cifra che va dai 3mila ai 13mila euro, «a seconda della grammatura del diamante», ha chiarito la titolare dell’agenzia, spiegando che quell’uomo «è rimasto così colpito dalla cosa da chiedermi di rendere “eterne” le spoglie del figlio ventenne, sepolto nel cimitero del paese di origine del padre». Ne sono scaturite la riesumazione del ragazzo, la cremazione e la spedizione delle ceneri in Svizzera per il processo di diamantificazione. «Gliela abbiamo consegnata (la pietra, ndr.) dopo alcuni mesi e per lui è stata una grande emozione», ha raccontato ancora la donna, sottolineando che «non tutti in Italia sono pronti alla cremazione e tantomeno a questo». Nell’articolo era anche spiegato che quello raccontato «al momento risulta uno dei pochissimi casi in Italia». Letta in altri termini: quello della diamantificazione è un mercato totalmente aperto, che offre grandissime possibilità di guadagno. Ed è proprio questo aspetto a suscitare gli interrogativi sulla storia e, ancora di più, sulla sua divulgazione perché a nessuno è consentito giudicare come un padre affronta il dolore per la morte del figlio ventenne, ma tutti possono interrogarsi sui molti modi per farci sopra del guadagno. A partire dagli spot per le proprie prestazioni.