Cosimo Mele, dallo scandalo porno al voto per Renzi: “Mi rappresenta”

Quando si dice la sorpresa dell’ultima ora, il regalo che non t’aspetti. Deve essere stato così per Matteo Renzi aver appreso, a meno di 24 ore dalle primarie, di poter contare su un’adesione importante, di altissimo valore etico. L’ex parlamentare dell’Udc e ora sindaco di Carovigno, Cosimo Mele, infatti ha annunciato alla stampa che domani si metterà in fila ai gazebo e voterà per il sindaco di Firenze. Un sì convinto al quale seguirà quasi certamente l’iscrizione al Partito democratico, magari nel nome dell’integrità di Enrico Berlinguer. Sì perché Mele è assurto alle cronache per lo scandalo a luci rosse che si consumò all’Hotel Flora nel luglio del 2007. Una brutta vicenda per la quale il parlamentare, che all’epoca fu costretto a dimettersi dal partito di Casini, è ancora sottoposto a processo. Uno scandalo che però non gli ha impedito di candidarsi e diventare primo cittadino di Carovigno in provincia di Brindisi. Ora il suo sogno è entrare nella squadra del futuro segretario democratico «Renzi –  dice Mele – è l’unica vera novità politica nel panorama nazionale». La scelta potrebbe essere il preludio di una prossima adesione ufficiale al Pd, visto anche che il presidente del Consiglio comunale di Carovigno è l’ex segretario provinciale dei democratici, Corrado Tarantino.