Berlusconi ai giovani azzurri: preparatevi alle elezioni, diamo risposte forti al Paese

Preparatevi al voto per il 2014. Silvio Berlusconi torna a invitare i giovani di Forza Italia a lavorare in vista dell’eventualità delle elezioni anticipate. È quanto affermano i partecipanti a una cena a Napoli tra i militanti della Giovane Italia e gli “Studenti per le libertà”, raggiunti telefonicamente dall’ex premier. «Come ogni anno – spiega Armando Cesaro, vice coordinatore nazionale della giovane Italia e presidente di Studenti per le libertà – ci riuniamo negli ultimi giorni di dicembre per gli auguri e per fare un bilancio dell’anno trascorso e fissare gli obiettivi per il nuovo anno. Quest’anno con noi, tramite una telefonata, il presidente Berlusconi ci ha aiutato a fissare gli obiettivi per il 2014, tra cui quello di prepararsi per nuove elezioni politiche. Il presidente ha dichiarato che nei primi mesi del prossimo anno verrà a Napoli per incontrare tutti i militanti. I ragazzi hanno rinnovato la fiducia al presidente Berlusconi e lo attendono a braccia aperte quanto prima». Una telefonata che è valsa a chiarire dove sta andando la nuova Forza Italia, che marcia a tappe forzate verso quella riorganizzazione interna che dovrebbe consentirgli di affrontare le elezioni senza nessun patema d’animo. Soprattutto se si tiene conto del fatto che i sondaggi sono tutti favorevoli e non resta che spiegare agli elettori quello che è il programma e cosa si intende fare per applicarlo, a cominciare dall’abbattimento delle tasse necessario se si vogliono liberare risorse e dare spinta allo sviluppo. Intanto prosegue l’organizzazione dei club. «All’inizio – rilava Simone Furlan, fondatore dell’Esercito di Silvio in un’intervista a Repubblica – c’è stata una risposta forte dei giovani con i club che hanno superato quota 6000 e sono ancora in aumento. Ora ci sarà la seconda fase nella quale strutturarsi e coinvolgere l’eccellenza della società in prima battuta restia all’attivismo». Quindi una battuta al veleno nei confronti del Ncd: «Se Alfano vuole allearsi con Forza Italia deve venire a Canossa, deve riconoscere che è lui ad avere bisogno di noi». Berlusconi, in questa fase di riorganizzazione di Forza Italia, ci sta mettendo l’anima, fa sapere Furlan.  «Il presidente – informa – in questi giorni sta incontrando tantissime persone tra cui molti imprenditori e manager . Vuole impostare un partito innovativo, lo farà con chi viene dalla parte operosa del Paese ma puntando anche su parlamentari, consiglieri regionali o comunali e sindaci che meriteranno di essere valorizzati». Si torna al ’94 con una marcia in più e la voglia di far capire agli italiani che si esce dalla crisi con meno tasse e più iniziativa privata, ma anche con il coraggio di dire di no all’economia assistita e ai veti della Cgil.