Stasera su Sky la sfida tra Renzi, Cuperlo e Civati. E sulla rete tanta ironia sull’aitante sindaco

Un minuto e 30 secondi a risposta, possibilità di replica a domande da Twitter e verifica in diretta della veridicità delle risposte. Questo lo schema del dibattito all’americana tra i tre sfidanti alla segreteria del Pd che andrà in onda stasera alle 21 su Sky (sarà trasmesso anche in chiaro su Cielo, il canale visibile sul digitale terrestre). A moderare la sfida tra Matteo Renzi, che già si sente sul “trono” di Epifani, il pensoso Gianni Cuperlo e il simpatico “perdente sicuro” Pippo Civati sarà Gianluca Semprini, il giornalista più british di Sky. Aspettando il giorno del giudizio, l’8 dicembre, impazzano i sondaggi che fotografano la lenta risalita del competitor dalemiano, sempre comunque molto distante da Renzi. Civati fa notare che le simulazioni di voto sono molto contrastanti: «Ci fa piacere che tutti abbiano già stabilito l’ordine di arrivo, ma i sondaggi danno dati contrastanti. Per quanto mi riguarda l’operazione reCuperlo è già finita. Adesso ci occupiamo di Renzi». A poco più di una settimana dalle primarie, secondo l’ultimo sondaggio di Ixè per Agorà, il sindaco rottamatore si attesta al 56 per cento di preferenze, pur calando di 2 punti rispetto a venerdì scorso. Cresce, invece, il gradimento per gli altri due: Cuperlo passa, infatti, dal 19 al 23 per cento, Giuseppe Civati dal 12 al 13. Sulla rete è un tripudio di commenti che vanno dalla serie antirenziana “Io voto Renzi perché ha l’intelligenza di un bradipo”, “io voto Renzi perché mi prende in giro”, “io voto Renzi perché è caruccio” , “io voto Renzi perchè gli manca la S” alle considerazioni serissime del militante doc “Quale altro partito oggi mette in campo 3 40enni che propongono scenari diversificati. Scegliamo con tranquillità…” passando per il deluso che posta “Ma chi vota questi ? Tanto riusciranno a fare peggio dei loro degni referenti politici!”. Non può mancare l’insulto più insultante per il giovane e aitante Matteo. “Numerose carovane cammellate berlusconiane altereranno le primarie facendo vincere Renzi, che ha molti programmi in comune con il centro destra liberista, non ultimo quella riforma della giustizia tanto cara a zio Silvio”. Passeggiando tra Twitter e Facebook il sindaco non sembrerebbe in cima alla classifica, ma i suoi evidentemente non perdono tempo con futili commenti sul web.