Sparatoria all’aeroporto di Los Angeles, morto l’attentatore e un poliziotto

Nuova sparatoria negli Stati Uniti. Stavolta non si tratta di una scuola, ma dell’aeroporto internazionale di Los Angeles, immediatamente evacuato dalla polizia, dove un uomo armato di fucile ha sparato contro i servizi di sicurezza e altre persone. L’uomo è un ex dipendente o dipendente della Tsa (Transportation Security Administration), la sicurezza dei terminal, ed è rimasto ucciso dalla polizia dopo aver a sua volta ucciso un addetto alla sicurezza e causato alcuni feriti, forse due. Si ignorano i motivi che hanno armato la follia omicida dell’uomo, la cui identità al momento non è stata ancora rivelata. La sparatoria è avvenuta al Terminal3, nell’area controllo dei passeggeri. Per sicurezza tutti i voli sono stati sospesi. In tutto sono stati esplosi una decina di colpi. Il consolato italiano a Los Angeles ha assicurato che non ci sono nostri connazionali coinvolti nella sparatoria.