L’ennesima gaffe di Pisapia: mette sotto “tutela” via Gluck ma fa infuriare Celentano

Se non fosse una vicenda seria, serissima, ci sarebbe da ridere: ieri il Comune di Milano ha deliberato la richiesta di vincolo paesaggistico per quattro aree della città, tra cui la Via Gluck nella zona nord del capoluogo lombardo, cantata da Adriano Celentano nel brano “Il ragazzo della via Gluck”.  Ma subito dopo, sui giornali di oggi, il Molleggiato fa sapere che è un errore gravissimo, visto che quella strada, a lui tanto cara, è ormai una delle più brutte d’Italia.  È l’ennesima gaffe della giunta Pisapia, che aveva raccolto l’invito di  alcune associazioni e del Consiglio di Zona 2, per la tutela della strada ma anche per porre, al civico 14, dove il cantante è nato, una targa con alcuni versi del testo presentato al Festival di Sanremo del 1966. Il procedimento, ha spiegato l’assessore Ada Lucia De Cesaris, “è stato avviato e abbiamo mandato la delibera con la richiesta” alla direzione regionale dei Beni culturali. L’iter dovrebbe durare almeno un anno, ma nel frattempo ci sarà un “periodo di salvaguardia” delle aree oggetto della «È un percorso – ha concluso De Cesaris – per conservare Milano e la sua storia e la sua identità, anche in un periodo di grande trasformazione». Peccato per Pisapia che Celentano abbia subito smascherato il senso di questa operazione di alta demagogia.