La vicenda della Cancellieri dimostra l’incoerenza del Movimento Cinque Stelle

da Bruno Russo.

Non mi meraviglia che la vicenda che riguarda il ministro Cancellieri abbia preso la piega che vediamo, vedo solo che il Movimento Cinque Stelle si dimostra sempre di più difforme dalle premesse che si è dato: ora si sforza di assomigliare a quella parte del Partito democratico critico con le larghe intese con tutti i provvedimenti di clemenza che possano in futuro facilitare i cammini parlamentari. Però non si fa mai un discorso concreto e sinergico sulla questione della giustizia e magari sul modo di come essa si debba al più presto riformare; si fa solo la guerra al singolo come se la sua epurazione dall’esecutivo possa corrispondere alla risoluzione dei molteplici problemi che gravitano intorno alla generalità della causa.