Il padre gli rompe la Playstation per un brutto voto, tredicenne si lancia dalla finestra

Aveva preso un brutto voto a scuola e per questo il padre gli aveva rotto la Playstation. Così un ragazzino di 13 anni si è lasciato cadere nel vuoto, precipitando dal palazzo in cui vive. È successo sabato ma si è saputo soltanto oggi, anche se i particolari della vicenda sono ancora confusi. Di certo il ragazzo è in gravi condizioni all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo ma a quanto pare non dovrebbe essere in pericolo di vita. Il tredicenne ha fatto un volo di dieci metri dopo essere uscito sul balcone dell’appartamento. Ha riportato fratture in varie parti del corpo e la sua prognosi è riservata. Secondo quanto riportano alcuni quotidiani locali e il sito del Corriere, il padre avrebbe negato le circostanze dell’episodio: «Per quanto mi riguarda, è stata una caduta accidentale, la Playstation non l’abbiamo nemmeno e non c’è stata nessuna lite». In realtà, in base alle prime ricostruzioni degli inquirenti, sembrerebbe il contrario. Caso ha voluto che la caduta sia stata attutita dal terreno inzuppato dell’aiuola nel cortile principale del palazzo e questo avrebbe limitato i danni fisici al ragazzino.