I media internazionali restano cauti. Neanche i cinesi credono all’uscita di scena del Cavaliere

La decadenza di Silvio Berlusconi irrompe sulla stampa internazionale anche nel “day after” del cruciale voto a Palazzo Madama rimbalzando sulle prime pagine di diversi quotidiani del mattino. E dalla Germania agli Usa tutti si chiedono se questa sia davvero la fine del Cavaliere, sicuri, tuttavia, che per l’Italia sia iniziata una nuova era. In Gran Bretagna la notizia guadagna l’apertura del Financial Times secondo il quale, con un Cavaliere meno influente sulle larghe intese, “i timori di elezioni a sorpresa hanno lasciato spazio alle speranza dei mercati che Letta possa sopravvivere fino al 2015”. Il Guardian traccia per il Cavaliere un futuro in politico alla Beppe Grillo: “nessuno crede che l’espulsione lo fermerà”, scrive, rimarcando come in tanti “si chiedano quanto sarà lungo l’addio di Berlusconi”. “Arrivederci Silvio: Berlusconi esce di scena (per ora)”. Con questo titolo, è il Daily Telegraph  l’unico tra i quotidiani britannici che, nel dare la notizia dell’espulsione di Silvio Berlusconi dal Senato, azzarda una previsione o un commento. Il Times sottolinea invece che si è trattato di “un voto storico”, ricordando che Silvio Berlusconi, per quattro volte presidente del consiglio, è il leader italiano che è rimasto piu” a lungo alla guida del Paese dopo Benito Mussolini. In Germania l’espulsione dell’ex premier è in grande evidenza sui principali quotidiani. “Cacciato dal Senato: per Silvio Berlusconi questo è tutto”, titola Der Spiegel  sottolineando come il Cavaliere “non abbia quasi nessuna possibilità di restare nel business della politica”. Per Die Welt “l’espulsione di Berlusconi è un momento storico, che potrebbe quasi segnale la fine della Seconda Repubblica italiana”, mentre Suddeutsche Zeitung rimarca come la perdita del seggio abbia “conseguenze in merito ai numerosi processi che ancora lo coinvolgono”. “Finale di partita per Berlusconi”, titola il francese Liberation, che dedica alla decadenza del Cavaliere due pagine nella sezione esteri con un commento, a firma del corrispondente a Roma Eric Jozsef, che ripercorre le evoluzioni degli ultimi mesi, parlando di “politica italiana in una nuova era”. In un richiamo di prima pagina, Le Figaro parla invece di “giorno di lutto di Silvio Berlusconi”, rimandando a un articolo nelle pagine interne, accompagnato da una foto scattata ieri durante il discorso da Palazzo Grazioli. In Spagna El Pais dedica l’apertura e diversi articoli al Cavaliere e alla sua storia evidenziando come ieri “abbia perso la protezione della politica di fronte alla giustizia italiana”. El Mundo in un commento, ricorda come già tante volte in passato l’ex premier sia dato per finito e titola: “Un’araba fenice con molti epitaffi politici sulle spalle”. E la notizia finisce in prima pagina anche sul New York Times  che parla di “drammatica e umiliante” espulsione mentre il Wall Street Journal evidenzia il “colpo fisico a un uomo che ha dominato la politica italiana per circa due decadi”. E dall’altra parte del mondo anche l’agenzia cinese Xinhua si sofferma sulla decadenza del Cavaliere premettendo che avrà “un sicuro impatto sulla politica italiana”.