Grillo contro la cassa integrazione. E la tredicesima?

da Olga Tonero.
Grillo accusa la cassa integrazione definendola un inutile orpello voluto dalla Fiat negli anni ’70. Contestualmente si ipotizzano ipotesi di incostituzionalità a causa della non sua applicazione a tutta una serie di lavoratori che ne sono esclusi, autonomi in testa. Ma allora si inizi a pensare anche alla discriminazione della tredicesima, e a tutte le mensilità aggiuntive concesse non si sa per quale ragione. Orpello sindacale che è stato strappato non si saper quale ragione, e che non ha mai avuto ragione di esistere se è vero che la stessa costituzione stabilisce che la retribuzione debba essere riconosciuta in ragione della qualità e della quantità dei lavoro svolto. Se questo è costante nel corso di tutto l’anno non è chiaro per quale motivo in certi particolari mesi lo stipendio debba raddoppiare, ma solo per alcuni lavoratori, autonomi ovviamente ancora una volta esclusi. Già che ci siamo, perché non iniziare anche a occuparsi dell’inutilità del Tfr?