Allarme per l’assistenza dei diabetici in Campania: i centri privati denunciano il blocco dei fondi

Stop all’assistenza gratuita per i pazienti diabetici nei centri privati convenzionati dell’Asl Napoli 1 e di altre aziende sanitarie campane. A denunciarlo è il vicepresidente Confederazione centri antidiabete della regione Campania, Alfonso Longobardi. «L’assistenza salva vita per pazienti diabetici – dice Longobardi – sarà interrotta da oggi fino al 31 dicembre. A causare tale incredibile situazione è l’esaurimento del budget messo a disposizione dalla regione Campania per tutte le strutture diabetologiche accreditate della regione. Budget assolutamente insufficiente a garantire ai cittadini cronici malati di diabete prestazioni salvavita fino al 31 dicembre di ogni anno». «Infatti – aggiunge Longobardi – è da anni che la nostra confederazione dei centri antidiabete denuncia alle istituzioni pubbliche tale situazione, ma inutilmente. Quindi tutti i pazienti diabetici, anche i meno abbienti, da oggi dovranno pagare. Inoltre tutto ciò determinerà un aggravio per le casse pubbliche perché ne consegue un aggravio delle condizioni di salute che comporterà un aumento dei ricoveri ospedalieri».