A viale Mazzini tutti pazzi per gli alfaniani. Per Forza Italia è «un’ubriacatura mediatica effimera»

Domenica scorsa era toccato a Maurizio Lupi, la prossima toccherà ad Angelino Alfano. Ogni maledetta Domenica, nell’Arena di Massimo Giletti, già definito da molti il nuovo Bruno Vespa, arriva un alfaniano. Una coincidenza che ha fatto notare Il Mattinale, osservando come il Nuovo centrodestra sia diventato il partito più presente nei notiziari e nei talk show di approfondimento della Rai. Un parallelo con la scorsa legislatura: «Ci ricorda molto da vicino l’entusiamo per l’allora nascente Futuro e libertà», scrive la nota politica redatta dallo staff del gruppo Forza Italia della Camera dei deputati, che pubblica un elenco di esponenti alfaniani onnipresenti nei talk show. Lunedì scorso nelle edizioni principali del Tg1, Alfano da Vespa, Formigoni su Raitre, ad Agorà. Per tacere della presenza fissa nei talk show de La7 e di Sky. Proprio come capitò con Fli. Per la nota del Pdl, «gli alfaniani sono protagonisti di un’effimera ubriacatura mediatica, tra lo scandaloso e il puerile che sa di deja vù, destinata a durare ben poco. L’esperienza, a questo proposito insegna. Lo diciamo per il loro bene, questo moltiplicarsi di apparizioni televisive ha già portato sfortuna, pertanto, ed è un consiglio spassionato, inizino a fare i debiti scongiuri». Poi la sollecitazione agli organi competenti per l’evidente squilibrio informativo. «Che ne dice la Vigilanza Rai, che ne dice l’AgCom? Intanto a RaiUno si portano avanti, infatti in un’intervista a “Il Giornale”, Massimo Giletti anticipa con un roboante annuncio che domenica prossima nella sua “Arena” di Domenica In sarà ospite “l’atteso” Alfano».