Roma violenta: freddato a Casal Palocco un imprenditore di 74 anni

Una vera e proprio esecuzione intorno alle 8 di mattina nel cuore di Casal Palocco, il quartiere residenziale alla periferia sud della capitale. Un imprenditore di 74 anni, Sesto Corvini, è stato ucciso in via Nicanore di Alessandria,  freddato da tre colpi di pistola al  volto. Secondo la prima ricostruzione dei carabinieri di Ostia la vittima stava percorrendo la via a bordo del suo furgone quando è stato costretto a fermare il mezzo prima di essere colpito e ucciso sul colpo. L’uomo sarebbe stato costretto a fermarsi dal suo assassino che avrebbe aperto lo sportello sparandogli mentre l’imprenditore era ancora al posto di guida del furgone, dove poi il corpo è stato ritrovato.

Proprietario di diversi terreni, Corvini era molto conosciuto in zona: aveva acquistato all’asta per 250 milioni di lire le proprietà residue della Sogene di Casal Palocco  (che  ha realizzato il complesso immobiliare tra Roma e Ostia), entrata in crisi finanziaria. Nel corso degli anni  è stato protagonista di diversi contenziosi con abitanti del quartiere per alcune aree per le quali aveva chiesto il riscatto. In particolare si era aperto un braccio di ferro con il consorzio Casal Palocco per una zona destinata a discarica di potature nella quale il consorzio aveva accumulato rifiuti tossici e nocivi per le quali il tribunale aveva riconosciuto a Corvini un risarcimento per circa 5 milioni di euro. All’origine dell’esecuzione, secondo gli inquirenti, potrebbero esserci interessi lavorativi.