Londra, il Daily Mail critica Miliband: «L’influenza del padre marxista si sente…»

È scontro tra il leader dei laburisti Ed Miliband e il secondo tabloid del Regno, Daily Mail, dopo che l’antico giornale (ha più di cento anni) ha definito il defunto padre del leader laburista, Ralph Miliband, come «l’uomo che odiava il Regno Unito», per le sue posizioni marxiste. In realtà non è un mistero che Miliband padre fosse un teorico marxista. In una risposta all’articolo pubblicato sul giornale, Ed ha ricordato come il padre, uno studioso sfuggito alle persecuzioni naziste, amasse molto la Gran Bretagna e abbia anche servito nella Royal Navy. Nel commento a firma Geoffrey Levy, pubblicato sabato scorso, si dice che l’influenza negativa di Ralph abbia influenzato il leader laburista che di recente ha proposto alcune riforme, come quella sul congelamento dei prezzi di gas ed elettricità, che sono state bollate dalla stampa conservatrice come «socialiste». È anche vero che il giovane Milibad si è sempre definito socialista. Nella diatriba è intervenuto anche il premier David Cameron che ha espresso la sua solidarietà a Ed Miliband: «Non ho letto l’articolo ma se avessero criticato mio padre anche io avrei risposto così», ha detto Cameron. Il premier aveva appoggiato Miliband anche in occasione della mozione di quest’ultimo relativa a Sky, quando voleva acquisire l’intero pacchetto della piattaforma satellitare BSkyB. Da parte sua il Daily Mail, in un editoriale, ha fatto sapere che non chiederà scusa per quanto scritto. Non è la prima volta che Miliband se la prende con i giornali: fu particolarmente duro con News of the World ai tempi delle intercettazioni, chiedendo le dimissioni del direttore e sollecitando la commissione d’inchiesta.