Francia, il Front National vola nei sondaggi per le europee. Alain Delon esulta, Hollande si allarma

Per la prima volta in Francia il Front National di Marine Le Pen è in testa a un sondaggio. Il risultato pubblicato da Le Nouvel Observateur e realizzato da Ifop assegna infatti al Fn la palma di primo partito alle elezioni europee 2014, con due punti di vantaggio sull’Ump (destra) e cinque sui socialisti. Il partito, che la Le Pen non vuole più che venga definito di estrema destra, diventerebbe, secondo queste intenzioni di voto, il primo partito di Francia proprio come la sua leader sta ripetendo nelle ultime settimane. Favorito, soprattutto alle europee, dalla violenta campagna contro Bruxelles e l’euro e dal sistema proporzionale in vigore per quella elezione. Un sondaggio che preoccupa molto Francois Hollande («Bisogna rialzare la testa di fronte agli estremismi»), ma che fa esultare Alain Delon. Il successo del Fronte Nazionale, afferma Delon in un’intervista al quotidiano svizzero Le Matin, «è assolutamente edificante. Edificante perché la gente non ne può più che gli si parli come fanno oggi. Vogliono l’azione, vogliono un’altra cosa». La gente, prosegue Delon, «ha conosciuto una Francia diversa sotto De Gaulle o anche Mitterrand. Ecco perché il Fronte Nazionale, come il Mcg a Ginevra, prendono un posto molto importante, e questo lo approvo, lo spingo e lo capisco benissimo». Alla domanda se il Fronte Nazionale sarà capace di passare dalle parole agli atti, Delon risponde: «Ne saranno capaci se riusciranno ad avere dietro di loro un elettorato solido. Non possiamo farlo senza l’appoggio del popolo e senza l’appoggio di coloro che sono il loro sostegno. Da anni, Le Pen padre e Le Pen figlia si battono, ma si battono un po’ da soli. Adesso, per la prima volta, non sono più soli. Hanno i francesi con loro. E questo è importante».