FdI raccoglie le firme per una mozione di sfiducia. Meloni: «Situazione surreale»

In accordo con la Lega, Fratelli d’Italia sta raccogliendo le firme, anche tra i deputati di Sel e M5S, per presentare una mozione di sfiducia contro il governo perché, come spiega Giorgia Meloni in una conferenza stampa alla Camera alla quale hanno partecipato anche Ignazio La Russa e Guido Crosetto:  «Non è possibile che si assista alla scena surreale che dopo quello che è successo in questi giorni, Letta domani faccia un discorso vago senza arrivare ad un voto davvero chiarificatore». Il vicepresidente del Senato Roberto Calderoli ne ha già presentata una analoga a Palazzo Madama. «Abbiamo cominciato a raccogliere le firme – spiega la capigruppo di FdI – non appena abbiamo saputo che Letta sarebbe potuto venire in Parlamento senza chiedere un voto di fiducia».   L’iniziativa è stata concordata con la Lega, sembra dopo una telefonata tra Meloni e il governatore della Lombardia. «Si deve assolutamente verificare se questo governo abbia o meno i numeri per andare avanti. Non è possibile pensare che magari tra qualche giorno ci si possa trovare di nuovo in una situazione come quella di questi giorni. Serve un voto».

Nel clima nervoso di queste ore alla Camera c’è anche chi prova a spezzare la tensione con l’ironia. L’ex ministro Pdl Raffaele Fitto sta camminando in corridoio quando incrocia un gruppo di esponenti di Fratelli d’Italia. Giorgia Meloni lo guarda e gli sorride: «Fitto, certo, senza di voi che noia…». Ignazio La Russa, che cammina a fianco a lei, ci mette  il carico : «Gira voce che siete pronti a votare per la decadenza di Berlusconi…». Fitto va di corsa e trova il tempo solo per alzare le spalle e replicare: «Beh, voi non la votate di sicuro…».