Contro Marine Le Pen le femministe da avanspettacolo sparano stupidate a seno nudo

Il femminismo da avanspettacolo va di nuovo in scena, sempre con le stesse nudità e le stesse squallide provocazioni, il look che sostituisce la parola (forse perché hanno poco da dire e quel poco non sanno nemmeno dirlo). Più che altro sembrano quei personaggi strani alla ricerca di un attimo di popolarità, che si mettono all’improvviso dietro qualsiasi inviato del telegiornale facendo smorfie e corna alle telecamere. Stavolta le Femen hanno organizzato un incontro a sorpresa con Marine Le Pen, nel mercato della cittadina bretone di Fougeres.  Mentre la presidente del Front National (Fn) stava parlando con un gruppo di militanti venuti per incontrarla, una giovane donna che si era unita al capannello si è levata il cappotto lasciando scoperti i seni nudi con la scritta “Marine, pentiti”. Intorno alla ragazza, militante del gruppo femminista Femen, si sono subito radunate altre attiviste che hanno ripetuto lo slogan, prima di essere bloccate dal servizio d’ordine del Fn. La scena è stata ripresa da diverse emittenti televisive locali, e il video ha rapidamente fatto il giro dei siti web transalpini. Sulla sua pagina twitter, il collettivo Femen francese ha “rivendicato” l’azione, pubblicando alcune foto della militante svestita e messaggi come ”Marine, interrompi l’alleanza con la nipote di Mussolini”. Forse pensano che sarebbe stato meglio allearsi con loro, e cioè con quelle che… sotto il vestito niente.