Berlusconi: stop alle polemiche interne, i nostri militanti vogliono che rimaniamo uniti per vincere

Un’altra giornata di tensione, sul tappeto la questione del voto palese, il confronto interno al Pdl, i documenti che circolano, le voci che si rincorrono. Il quadro del centrodestra si complica, si parla di leadership, di vertici e di solidarietà. Poi arriva la nota attesa, quella del Cav. «L’auspicio di unità e di concordia del nostro movimento – ha detto Berlusconi – ci viene chiesto con forza anche dai nostri militanti e dai nostri elettori che desiderano un centrodestra unito, in grado di raggiungere la maggioranza nel voto e capace di dare risposte concrete alla grave crisi economica e sociale del nostro Paese». Il messaggio è chiaro, stop alle frizioni interne, stop alle polemiche inutili. «Ho appreso con soddisfazione – ha aggiunto il Cavaliere – che il Documento politico votato all’unanimità dall’Ufficio di Presidenza del Pdl è già stato sottoscritto da una amplissima maggioranza dei componenti del Consiglio Nazionale». Quindi, «mi auguro che, nell’interesse dell’unità del nostro movimento, si possa raggiungere ancora più ampia condivisione permettendo una rapida e positiva conclusione della dialettica che si è avviata in questi giorni». Questo infatti consentirebbe «di poter convocare il Consiglio Nazionale nel più breve tempo possibile».