Veglia per la pace in Siria: attese centinaia di migliaia di persone in Piazza San Pietro

Più di un italiano su 4 (28%) aderirà oggi alla giornata di digiuno e di preghiera indetta da Papa Francesco per la pace in Siria, in Medio Oriente e nel mondo intero. Ad aderire all’appello di Bergoglio è oltre la metà dei cattolici praticanti (55%). E’ quanto emerge da un sondaggio realizzato dall’Istituto Swg in esclusiva per Agorà Estate, su Rai Tre.  Ecco il programma completo della veglia per la pace. Si comincia oggi alle 18.30, in piazza San Pietro, dove verrà letto il testo dell’Angelus con cui domenica scorsa il papa ha convocato la Giornata. Alle 19 in punto, inizierà la veglia per la pace. La prima parte della veglia sarà di carattere mariano, con l’intronizzazione della Salus Populi Romani con partenza dall’obelisco. Subito dopo inizierà la recita del Rosario, guidata al Papa: all’inizio di ogni mistero, dopo la lettura biblica si leggerà a commento il testo di una poesia di santa Teresina di Gesù Bambino, e alla fine si ripeterà l’invocazione “Regina della Pace, prega per noi”. Questa prima parte si concluderà con la meditazione di Bergoglio, si prevede intorno alle 20-20.30, dopo la quale comincerà la seconda parte della Veglia, di carattere più eucaristico. L’adorazione eucaristica è scandita in cinque tempi, ognuno dei quali precede una lettura biblica sul tema della pace, la preghiera di un Pontefice sul tema della pace, invocazioni in forma responsoriale per chiedere la pace, il canto, l’offerta dell’incenso, il silenzio per l’adorazione personale. Al termine di ognuno dei cinque tempi dell’adorazione guidata, cinque coppie di persone, in rappresentanza di Siria, Egitto, Terra Santa, Usa, Russia, faranno l’offerta dell’incenso, nel braciere collocato alla destra dell’altare. Al termine dell’adorazione guidata, dopo tre minuti di silenzio, avrà inizio l’Ufficio delle Letture. Il penultimo momento della Veglia sarà caratterizzato dall’Ufficio delle letture – tre brani di Geremia, San Leone Magno e l’Evangelista Giovanni – poi ogni voce tacerà e per circa mezz’ora, fin verso le 22.40, solo la musica riempirà la Piazza e i suoi dintorni. L’ultimo atto della Veglia sarà la benedizione eucaristica impartita da Papa Francesco.  A partire dalle 17.45, i fedeli che lo vorranno troveranno a disposizione 50 confessori all’interno del braccio di Costantino e sotto i colonnati a destra e a sinistra di piazza San Pietro. Dalle 16.30, i varchi della Piazza saranno aperti all’afflusso di chi vorrà partecipare.