La salma di Lucio Battisti trasferita dalla Brianza verso un luogo sconosciuto: protestano i fan

Curiosi e fan di Lucio Battisti stamattina si sono riuniti davanti al cimitero dei Molteno, in occasione della traslazione della salma che verrà trasferita in un località sconosciuta per volontà della famiglia. Di sicuro le spoglie sono state  portate via per sempre dal cimitero di Molteno, in Brianza, su volere degli eredi, la vedova Grazia Letizia Veronese e il figlio Luca Carlo Filippo. Una decisione criticata da larga parte dei fan del cantautore morto la mattina del 9 settembre di 15 anni fa. Il cimitero, su disposizione dell’amministrazione comunale, questa mattina non è stato aperto. Chi voleva quindi dare un ultimo saluto a Lucio Battisti, sepolto in una cappelletta dai vetri opachi e sporchi, dietro i quali si sono accumulati negli anni centinaia di messaggi e bigliettini, lo ha dovuto fare ieri. «Siamo sicuri di aver sempre rispettato le volontà di Battisti che sappiamo voleva stare qui – ha detto il sindaco di Molteno Mauro Proserpio – noi siamo convinti di non aver mai tradito questo suo desiderio, né di averlo esposto alla curiosità della gente o a business commerciali». «Chiaramente rispettiamo adesso anche la volontà della famiglia», ha aggiunto il sindaco che rispondendo alla domanda se come Comune avevano fatto pressione sulla famiglia, ha risposto: «Non ce la siamo sentiti, ci rendiamo perfettamente conto che per loro oggi è come rinnovare il lutto e il dolore». Il piazzale del cimitero con il passare delle ore si e’ riempito anche di giornalisti, operatori tv e fotografi. Resta il mistero sul futuro dei resti del cantautore di Poggio Bustone. Forse la cremazione e poi le ceneri dentro un urna che potrebbe poi essere messa in un loculo di uno dei cimiteri di Rimini dove abita il figlio, oppure in un camposanto dei dintorni. Ma sulla questione gli eredi hanno voluto mantenere la massima riservatezza.