Andare in Albania e trovare una via dedicata al Cav: roba da far venire l’orticaria a Rosy Bindi

Rosy Bindi, Di Pietro e tutti i “malati” di antibersconismo, attenzione a non cadere dalla sedia: al Cav è stata intitolata una via in Albania, nella capitale Tirana per la precisione. Non crederanno ai loro occhi, eppure proprio “Rruga Silvio Berluskoni” è il nome di questa nuova strada, come diffuso dal sito Demotix che per primo ha scovato la notizia e pubblicato la foto della via. Una via Berlusconi era stata già inaugurata quattro mesi fa, in aprile, nel municipio di Kamëz, alla periferia nord di Tirana. Nello stesso quartiere esistono anche “rruga Berisha”, “rruga Nikolas Sarkosi”, “rruga Toni Bler” e “rruga Xhorxh W. Bush”. Insomma, una buona compagnia, non c’è che dire. Lunga 700 metri, la via incrocia “Rruga Skënderbeu”, dedicata al condottiero e patriota albanese Giorgio Castriota Scanderbeg. Non male intersecare una via dedicata all’eroe nazionale. Chiosa l’East Journal, quotidiano sempre attento a quel che accade nei Pesi dell’Europa dell’Est: «L’ex premier albanese Sali Berisha e il suo Partito Democratico Albanese sono sempre stati molto vicini all’ex premier italiano». Gli albanesi trattano da statista il Cav: una consolazione di questi tempi per il leader del centrodestra. A dimostrazione che in un modo o nell’altro, chi agisce ottiene prima o poi qualche risultato. Quando Berisha venne a Palazzo Chigi per firmare  l’accordo di partenariato strategico tra Italia e Albania, salutò Berlusconi come «grande amico degli albanesi». Gli albanesi non hanno evidentemente dimenticato l’opera della Protezione civile italiana in occasione delle alluvioni che nell’inverno del 2010 colpirono il loro Paese e per i bravissimi piloti italiani che hanno salvato tante vite in quell’occasione. L’ex premier albanese in quella circostanza sottolineò con soddisfazione, tra l’altro, l’impennata del numero di imprenditori albanesi nel nostro Paese che consentirono all’Albania di guardare alla crisi con un po’ di ossigeno. La gratitudine è merce rara.