A San Lorenzo in Lucina in mostra più di mille reliquie, oggetti e scritti di Padre Pio

Il prossimo 21 settembre alle 17 nella Basilica di San Lorenzo in Lucina, a Roma, s’inaugurerà  la mostra dal titolo “La grande luce: Padre Pio tra Scienza e Fede”: ideata e realizzata da Al Festa, regista e pronipote del dottor Giorgio Festa, medico che stabilì un rapporto molto profondo con il frate di Pietrelcina. L’organizzatore ha invitato all’inaugurazione Papa Francesco. Giorgio Festa, medico laico, per incarico del ministro generale dei Cappuccini visitò due volte Padre Pio sotto ogni possibile aspetto, anche dal punto di vista psicologico: il 9 ottobre 1919 e nei giorni 15 e 16 luglio 1920. Al termine fece una lunga relazione in cui affermava di trovarsi dinanzi a un fenomeno straordinario che le cognizioni da noi possedute non sono in grado di spiegare. Da allora rimase tutta la vita a fianco del Santo, curandolo e annotando tutte le sue traversie fisiche. Padre Pio durante la notte raggiungeva i 48 gradi di temperatura e le sue stimmate rimasero ferita viva durante la sua esistenza. All’interno della mostra si potranno vedere oltre mille reliquie, oggetti, scritti e reperti appartenute al Santo, compreso il guanto delle prime stimmate, vero e unico simbolo di San Pio, ritrovato da Al Festa all’interno di una cassa piena di libri e reliquie. Il guanto fu donato dal frate al suo amico medico, come simbolo della stima e dell’affetto che nutriva per lui. In passato il frate lo aveva inviato agli ammalati lontani tramite suoi incaricati tra cui lo stesso Festa, che ottenevano delle guarigioni a volte inspiegabili. L’esposizione gratuita, già presentata sempre con grande successo di pubblico in altre città italiane, durerà un mese. L’evento sarà impreziosito dall’esibizione live della soprano Elena Martemianova e della piccola cantante pop Fabiana Boschieri che canteranno in duetto, in anteprima mondiale, il brano La grande luce, scritto dallo stesso Al Festa in onore e dedicato a Padre Pio. L’inaugurazione della mostra sarà preceduta venerdì, alle ore 17, da una conferenza stampa.