Un clown mascherato da Obama fa infuriare i liberal (certe ironie si fanno solo contro Silvio…)

Un clown si è travestito da presidente americano Barack Obama nel corso di un rodeo in Missouri, chiedendo al pubblico se qualcuno voleva vedere l’inquilino della Casa Bianca investito da un toro. I media statunitensi riportano che alla vista dell’uomo con la maschera del presidente la folla è impazzita mettendosi ad applaudire, ma lo spettacolo ha immediatamente scatenato diverse polemiche, tra cui le critiche del vicegovernatore dello Stato americano, Peter Kinder. Attraverso un tweet, Kinder ha fatto sapere di non essere d’accordo con la performance, definendola «irrispettosa nei confronti del presidente». Anche i funzionari del Missouri State Fair Rodeo hanno condannato lo spettacolo: «Queste azioni non riflettono gli standard della fiera e sono inappropriate», hanno spiegato ai media statunitensi, esprimendo «rammarico» per il gesto del clown. Uno spettatore, Perry Beam, si è detto «preoccupato» per la reazione del pubblico. «Tutto quell’entusiasmo per un atto così irrispettoso mi ha spaventato – ha spiegato – È stato disgustoso, sembrava di essere ad una riunione del Ku Klux Klan». In effetti, il tasso di permalosità dello staff di Obama è sempre più elevato. Far indossare la maschera dei presidenti americani è una prassi consolidata nelle sagre e nelle occasioni carnevalesche. Un costume che finora non ha mai sconvolto gli americani. Basti pensare al popolare film Point Break del 1991, nel quale la banda di rapinatori indossa le maschere di quattro ex presidenti Nixon, Lyndon Johnson, Reagan e Carter.

In realtà, l’episodio del rodeo è una cartina di tornasole di un clima di ostilità nei confronti della politica di Obama. Il governatore del Missouri, Jay Nixon, è uno degli uomini di punta del Partito democratico, che è fortemente in flessione nello Stato. Nel 2012 Nixon è stato rieletto per la terza volta di seguito con un distacco di appena trecentomila voti sull’esponente repubblicano. Niente a che vedere con il 2000, quando  Nixon era stato eletto per la prima volta ottenendo quasi un plebiscito (61% contro il 30% dell’avversario). Il vento anti-Obama non soffia solo in Missouri. Secondo l’ultimo  sondaggio realizzato da Marist-McClatchy il presidente è calato al 41 per cento di popolarità – il secondo peggiore di sempre – scendendo addirittura al 37% nell’apprezzamento della gestione dell’economia.

 

Il video del manichino di Obama al rodeo del Missouri