Nella Germania della Merkel, Silvio in miniatura finisce nel carcere femminile

Silvio Berlusconi in galera, ma all’ingresso di una prigione femminile. È la vendetta della Germania della Merkel, che gode nel vedere la possibile fine dell’avversario numero uno della Cancelliera. Hanno scelto la strada di un’ironia grossolana al Minatur Wunderland di Amburgo,  uno spazio espositivo, in pieno centro città, in cui è possibile ammirare la ricostruzione della stazione ferroviaria in scala più grande al mondo. In questi mesi si sta lavorando alla parte relativa all’Italia, che sarà pronta nei prossimi mesi. A qualche buontempone tra i miniaturisti tedeschi è venuta in mente l’idea di piazzare il nostro ex presidente del Consiglio. Sul profilo Facebook del museo, viene mostrata l’anteprima del modellino del carcere in cui entrerà il Cavaliere dopo la condanna definitiva della Cassazione. “Compromesso trovato”, è il titolo sulla foto, dove si vede Berlusconi entrare in un penitenziario femminile. Grasse risate dei tedeschi, che cliccano i loro “mi piace”, legittima arrabbiatura di qualche italiano. «Cattivo gusto – scrive in inglese un nostro connazionale – Vi piace così tanto prendere in giro l’Italia e gli italiani?».

Ancora più feroce il commento di un navigatore tedesco: Perché invece non dedicate una statuetta a Uli Hoeness? Il riferimento è al presidente del Bayern di Monaco campione d’Europa, rinviato a gudizio per frode fiscale. Un caso che imbarazza non poco il mondo politico tedesco. L’ex calciatore oggi dirigente sportivo è considerato molto vicino all’ala bavarese della Csu ed è stato testimonial di molte convention politiche accanto ad Angela Merkel. Ma in Germania, in piena campagna elettorale, è più comodo scherzare sugli avversari della Cancelliera.