Molesta le bambine al mare: rischia il linciaggio sul lido di Catanzaro

Era solito fare lunghe nuotate durante le quali si avvicinava a ragazzine di 10-12 anni per tirarsi giù il costume e mostrare le parti intime. E vistosi scoperto da alcuni genitori e la folla che si era radunata sulla riva in sua attesa ha cercato rifugio su un pedalò di passaggio in attesa che la polizia lo salvasse da un possibile linciaggio. È quanto successo nelle acque della località Giovino a Catanzaro. S.C., 58 anni, del capoluogo calabrese ma da anni residente a Roma, secondo la ricostruzione degli agenti del commissariato Lido di Catanzaro, era solito avvicinare ragazzine con la maschera e di attirare la loro attenzione con una scusa per poi calarsi il costume. Il ripetersi degli episodi ha fatto sì che alcuni genitori siano venuti a conoscenza di quanto avveniva. La descrizione di alcune piccole vittime ha consentito ai genitori di individuare l’uomo e osservarlo mentre nuotava. Sulla spiaggia si è così radunata una folla inferocita in attesa del suo rientro.

Temendo il linciaggio, l’uomo ha cercato rifugio su un pedalò ed è tornando a riva solo dopo le assicurazioni di un poliziotto del Commissariato, in spiaggia e libero dal servizio, che lo ha difeso dalle ire dei genitori. La descrizione delle piccole vittime e la collaborazione dei genitori ha consentito agli investigatori di raccogliere gli elementi per identificare l’uomo e denunciarlo alla magistratura per atti osceni in luogo pubblico, reato aggravato dalla minore età delle vittime.