Marcinelle: quando si utilizzano le commemorazioni per fare politica di parte…

Il Belgio e l’Italia hanno reso omaggio ai 262 minatori, di cui 136 italiani, morti nella tragedia nella miniera di Marcinelle l’8 agosto 1956: con una cerimonia al cimitero di Bois du Cazier, e poi sul sito minerario oggi patrimonio dell’Unesco, le autorità belghe, il presidente della Camera Laura Boldrini e il viceministro per gli esteri Bruno Archi hanno ricordato la storia dei tanti italiani emigrati nelle miniere di carbone del Belgio in virtù del Trattato Italia-Belgio sul carbone “carbone in cambio di braccia”. Gli emigrati italiani che in Belgio «cercavano alloggio trovavano scritte né animali né stranieri», come oggi in Italia non si affitta a stranieri in barba alla nostra storia, e decidiamo di ignorare che gli immigrati che arrivano a Lampedusa hanno gli stessi occhi dei nostri padri che arrivarono a Marcinelle», ha detto retoricamente il presidente della camera Laura Boldrini nel suo discorso alla commemorazione dei morti nelle miniere di Marcinelle. La presidente della Camera non rinuncia a strumentalizzare quell’immane tragedia per fare politica, dimenticando però che all’epoca erano i belgi che chiamavano gli immigrati per lavorare, perché lavoro c’era nelle miniere. E dimentica soprattutto che gli italiani andavano a lavorare, erano persone oneste, non spacciavano droga né si davano alla delinquenza grande o piccola. La commemorazione di Marcinelle «deve costituire potente richiamo ad una riflessione ancora attuale sui temi della piena integrazione degli immigrati così come su quelli della sicurezza nei luoghi di lavoro. Il concreto accoglimento di queste istanze umane e civili e la piena affermazione di questi diritti fondamentali debbono essere perseguiti con la massima attenzione dalle istituzioni e da tutte le forze sociali», ha da parte sua affermato il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, in occasione del 57° anniversario della tragedia. Anche il presidente dei deputati di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni ricorda l’anniversario su twitter: «L’Italia non dimentica la tragedia di Marcinelle e la Nazione si stringe nel ricordo dei suoi 136 figli caduti».