Letta: «Il governo non va in vacanza. Andiamo avanti determinatissimi»

Il governo non va in ferie e va avanti determinatissimo. Parola di Enrico Letta.  Il premier ha sottolineato così, al termine della riunione del consiglio dei ministri, di non temere le fibrillazioni di Pd e Pdl sul caso Berlusconi che minacciano di far saltare in aria il tavolo del governo né tantomeno le interviste a orologeria di Matteo Renzi. «Io e Alfano, oltre ai ministri, saremo qui qui in sede la prossima settimana, alternandoci», inoltre, «per quanto ci riguarda il governo non va in vacanza e continua a lavorare durante tutto il mese di agosto».  Alla domanda sulle polemiche fra Pdl e Pd e sulle parole di Matteo Renzi, il premier risponde tagliando corto. «Il messaggio che diamo oggi credo sia molto importante – ha detto in conferenza stampa a Palazzo Chigi – e in parte è una risposta alle sue domande nel senso che noi lavoriamo determinatissimi». Abbiamo «fissato il 23 di agosto la prossima riunione del Consiglio dei ministri, quindi lavoriamo senza interruzione». «Noi due, oltre ad altri ministri, saremo in sede alternandoci: quindi, per quanto ci riguarda, il governo non va in vacanza e lavorerà».

La domanda era rivolta sia al premier che al vicepremier Alfano, anch’egli presente in sala stampa a palazzo Chigi per illustrare i provvedimenti presi dal governo ed in particolare contro il femminicidio e la violenza di genere. Per questo il premier, nel sottolineare che non voleva rispondere alle polemiche, ha aggiunto citando l’esempio del provvedimento appena approvato: «Credo sia troppo importante quello che abbiamo fatto oggi: è un messaggio al Paese e in parte una risposta alle sue domande nel senso che noi lavoriamo determinatissimi».