In Francia, dopo le legge sulle nozze gay, arrivano le balie per allattare i bebè delle coppie omosessuali

Tornano le balie: dopo la discussa e contestata legge francese sulle coppie gay, si sta creando nel Paese transalpino tutto un bizzarro “indotto”: «Affittasi seni a coppie gay con bebè»: l’annuncio apparso sul sito francese e-loue.com non è uno scherzo. A pubblicarlo è una giovane neo-mamma che offre in affitto i suoi seni per allattare i figli delle coppie di omosessuali. Nel suo annuncio, la giovane donna di 29 anni, che di lavoro fa l’infermeria e che vive nella regione di Parigi, precisa di essere in buona salute. Il suo servizio costa 100 euro al giorno per una decina di poppate. «Le coppie di uomini omosessuali – scrive – non hanno la fortuna di poter allattare i loro bebè e si sa che l’allattamento fa bene ai neonati. In effetti il latte materno è molto nutriente». Verissimo. Il direttore del sito di annunci privati, Alexandre Woog, ha confermato tutto: «Inizialmente sono stato sorpreso – ha scritto Woog in un comunicato – ma poiché i nostri servizi hanno verificato la serietà dell’annuncio, abbiamo deciso di pubblicarlo». Non c’è nessuna presa di posizione politica sulla scelta di pubblicarlo, precisano ancora da e-loue.com. La Francia ha infatti di recente aperto il matrimonio e l’adozione alle coppie dello stesso sesso. A fine maggio si sono tenute le prime nozze. Ma questo non c’entra sostengono: «Si tratta di un servizio, una sorta di modernizzazione del ruolo della nutrice», spiega ancora Woog. Alcune coppie hanno del resto già risposto all’insolita offerta che solleva curiosità e polemiche Oltralpe. La Società francese di neonatologia e alcune associazioni hanno già suonato il campanello d’allarme sottolineando i “rischi” legati alla trasmissione via il latte di eventuali infezioni, batteri e virus. Inoltre il codice di sanità francese, ricorda Le Figaro online, vieta di vendere il latte materno.