Segnali positivi dalla Farnesina, per rasserenare gli animi chiude la pagina dei familiari dei marò

Il gruppo Facebook “Le famiglie dei marò” è stato chiuso. La decisione è arrivata, dopo l’annuncio del ministro degli Esteri, Emma Bonino, secondo la quale c’è la possibilità che i fucilieri pugliesi del battaglione San Marco, il tarantino Massimiliano Latorre e il barese Salvatore Girone, possano rientrare a Natale dall’India, dove sono trattenuti da circa 17 mesi con l’accusa di aver ucciso due pescatori indiani scambiandoli per pirati. «Sappiamo tutti – scrive Carolina, sorella di Massimiliano, nel suo ultimo post su Fb – che ci avviciniamo sempre più a dei momenti molto delicati di questa triste vicenda, quindi chiedo a tutti voi di continuare ad amare Massimiliano e Salvatore, e la mia promessa sarà quella di essere insieme a voi nei momenti in cui mi sarà possibile». «Dopo tanti lunghi mesi trascorsi insieme», aggiunge rivolgendosi ad “amici e sostenitori”, durante i “abbiamo riso e pianto insieme, seppur abbiamo avuto qualche diverbio, siamo tornati a essere uniti insieme e più forti di prima. Oggi devo comunicarvi che per motivi personali non posso più seguire il gruppo e quindi tristemente sono costretta a chiuderlo”. «Ogni ringraziamento che possa farvi – conclude – risulterebbe riduttivo, per cui posso dirvi che sarò felicissima di stringervi e abbracciarvi personalmente quando tutto questo sarà finito». Da segnalare che un paio di giorni prima l’annuncio della chiusura della pagina, Carolina Latorre aveva invitato per l’ennesima volta gli internauti a moderare il linguaggio nei loro post e commenti, perché a volte offensivo nei confronti delle istituzioni impegnate nel caso dei marò.