Proposta choc della Bridgestone: sottrarre dallo stipendio 15 euro per ogni giorno di malattia

Un rimedio contro l’assenteismo? Multare i dipendenti sottraendo loro 15 euro per ogni giorno di malattia. La bizzarra idea è stata partorita dalla Bridgestone, azienda nipponica leader nel settore pneumatici e prodotti in gomma, che avrebbe voluto applicarla allo stabilimento di Modugno (Ba). I sindacati hanno subito rispedito al mittente la proposta e non se ne farà nulla ma in tempi in cui si ridisegnano i rapporti aziendali e lavorativi in tutti i settori c’è da stare preoccupati. La direzione aziendale ha accantonato l’ipotesi solo momentaneamente precisando che il tema dovrà essere affrontato nuovamente nel quadro di interventi volti a ridurre i costi determinati dall’assenteismo.

In aprile l’azienda aveva dettato le sue condizioni sullo stabilimento: riconvertirlo mantenendo una produzione tagliata del 50 per cento oppure vendere. Nella fabbrica di Modugno lavorano 950 persone. A metà giugno è stato firmato un protocollo d’inteso al ministero dello sviluppo economico che, secondo il sottosegretario Claudio De Vincenti, apre ”la strada della continuità produttiva e di un futuro competitivo per lo stabilimento di Modugno”. Ma restano da decidere le misure di riorganizzazione e riduzione dei costi.