Nuova lite sull’Imu. Il Pdl: «Sarà abolita sulla prima casa». Il Pd: «No, siamo contrari»

Ogni giorno ha la sua pena, ogni giorno ha la sua lite sull’Imu. Stavolta il botta e risposta tra Pdl e Pd s’è consumato sulla certezza dell’abolizione dell’imposta su tutte le prime case, un paletto al quale il centrodestra non rinuncia. «È un obiettivo che riguarda l’ottanta per cento delle famiglie italiane. Si possono fare approfondimenti, qualche piccola distinzione, ma non bisogna eludere il tema. Tantomeno creare un aggravio attraverso altri interventi come quelli sul catasto. Sono chiare le puntualizzazioni venute dal presidente della commissione Finanze Capezzone, ma il governo stia attento. È una materia delicata, è un impegno più volte confermato dal Presidente Letta, che va raggiunto senza trucchi e inganni. Non è soltanto una priorità del Pdl», attacca di prima mattina Maurizio Gasparri, vice presidente del Senato. Poi arriva anche la rassicurazione del capogruppo alla Camera, Renato Brunetta. «L’Imu sulla prima casa verrà cancellata. Verrà riformata tutta la tassazione degli immobili, che non è solo l’Imu ma è anche molto altro. Questo è un punto determinante della nostra linea politica», dice intervenendo a “Radio Anch’io”, su Radio Uno. ”

Ed ecco che arriva la replica del Pd. «Non passa giorno in cui Brunetta non ribadisca che il governo Letta deve abolire l’Imu sulla prima casa. Qualcuno avverta il capogruppo del Pdl alla Camera che siamo in un governo di coalizione. Brunetta se ne faccia una ragione: il Pd non è d’accordo con l’abolizione totale e sostiene con forza la rimodulazione dell’Imu con un aumento della detrazione a 600 euro, esentando così dalla tassazione oltre l’85% dei contribuenti», dice Federico Fornaro, senatore del Partito Democratico.

Puntuale, però, c’è la controreplica: «Al senatore Fornaro rispondiamo con le parole pronunciate dal presidente del Consiglio, Enrico Letta, lo scorso 9 luglio. L’Imu così com’era – aveva detto il premier in un’intervista a Ballarò – non ci sarà più. Sulla prima casa l’impegno sarà a toglierla. Più chiaro di così. Il buon Fornaro si rassegni e se la faccia lui una ragione. L’Imu sulla prima casa sparirà. Lo vuole il presidente del Consiglio, lo vuole il Pdl, ma soprattutto lo vogliono gli italiani», chiude Brunetta.