«Non è un gioco»: oltre cento parlamentari contro la ludopatia

«Combattiamo insieme il fenomeno della ludopatia». È l’appello rivolto ai colleghi dai deputati  Rosanna Scopelliti (Pdl), Lorenzo Basso (Pd), Stefano Quaranta (Sel) Mario Sberna (Scelta Civica), fondatori di un intergruppo parlamentare chiamato a mettere a confronto idee e proposte di riforma del gioco di azzardo. «Un fenomeno – hanno spiegato i promotori dell’iniziativa – che negli ultimi dieci anni ha avuto una crescita senza paragoni, stimolata dalla proliferazione di slot machines, sale da gioco (i cosiddetti minicasinò) e gioco on-line». Uno sviluppo incontrollato «frutto di regole sempre più permissive, ha fatto emergere gravi problemi sociali e sanitari: impoverimento, patologie gioco-correlate, usura, riciclaggio di denaro sporco da parte della criminalità organizzata». Ha suscitato molto clamore, nei giorni scorsi, la notizia di un diciottenne a Ischia che si è ucciso dopo aver scritto un biglietto alla madre: «Cara mamma, scusa: ho sciupato tutti i soldi al gioco».

Sono ormai numerose le «campagne giornalistiche e le iniziative della società civile che si sono occupate della gravità della situazione, così come le risposte di regioni ed enti locali per risolverla. L’anello mancante di questa controffensiva per limitare il gioco d’azzardo è uno specifico provvedimento nazionale. «Già nella precedente legislatura – osserva il deputato bresciano Mario Sberna, già presidente dell’Associazione nazionale famiglie numerose – erano state avanzate diverse proposte per una riforma, adesso bisogna portare avanti quell’impegno e ottenere risultati concreti». Secondo l’ultima statistica il gioco d’azzardo muove il 4 per cento del Pil nazionale, rappresenta il 12 per cento della spesa delle famiglie italiane. Gli italiani muovono il 15 per cento del mercato europeo e il 4,4 per cento del mercato mondiale del gioco d’azzardo. A sostegno dell’attività dell’intergruppo ci sarà anche il sito www.noneungioco.it creato per sostenere la proposta di Legge contro la diffusione del gioco d’azzardo. All’intergruppo hanno già aderito oltre cento parlamentari e si riunirà già la prossima settimana per elaborare delle proposte.

 

Il sito internet che ospita la proposta di legge contro la ludopatia

http://www.noneungioco.it