Due sedute al mese: la giunta di Zingaretti ha tempo (e soldi) solo per il Festival del gelato

«Ma Zingaretti non aveva garantito un nuovo corso e una Regione di cui fidarsi?». A chiederlo il quotidiano La Notizia ospitando un’inchiesta sul fiume di denaro (tre milioni di euro in sei mesi) speso solo per farsi pubblicità dalla Regione Lazio. Elargizioni a pioggia per eventi non propriamente memorabili: dai 40mila euro per “Il Festival del gelato” ai centomila per “In viaggio con la fede”.  Denaro elargito solo per il logo sui depliant delle due manifestazioni. Eventi e iniziative di ogni tipo sovvenzionate con grande prodigalità dal neopresidente Nicola Zingaretti, che ha già finito i soldi in cassa (7 milioni e mezzo dei dieci milioni stanziati per quel capitolo di spesa sono stati bloccati dalla legge di bilancio. «A meno che a settembre – scrive Valeria Di Corrado – i fondi vengano sbloccati con una bella delibera di Giunta, così come è successo negli anni passati». «Tutto passa – osserva La Notizia – attraverso la struttura politica  “Comunicazione, relazioni esterne e istituzionali” del Segretariato Generale che valuta le proposte pervenute, decide l’entità della spesa e le trasmette alla struttura amministrativa. La somma erogata può coprire totalmente o parzialmente la cifra richiesta per la realizzazione dell’evento». Il fatto più rilevante, sottolinea il quotidiano è che «non ci sono regole o criteri da seguire, tutto è lasciato alla discrezionalità della Presidenza. Soprattutto non si ricorre allo strumento della gara pubblica».

Una disinvoltura amministrativa che fa il paio con l’inerzia legislativa, come nota Pino Cangemi: «Inutile girarci intorno – dice il consigliere Pdl alla Pisana – Zingaretti tiene inchiodata la Regione e non rispetta nemmeno gli organi istituzionali e democraticamente eletti come il consiglio. Quella di mercoledì è stata l’ottava seduta in 4 mesi, la maggioranza è spaesata, la giunta non solo non presenta proposte di legge ma è anche assente durante la discussione di provvedimenti portati in aula dall’opposizione per la geniale pensata di convocare giunta e consiglio allo stesso momento. Questa è una mancanza di rispetto intollerabile, si calpestano le esigenze dei territori e dei cittadini. Zingaretti, era davvero questo il rinnovamento che immaginavi per il Lazio?».