Cancellieri contro gli avvocati: «Una lobby». E un video cattura una frase del ministro: «Me li tolgo dai piedi…»

È guerra tra Annamaria Cancellieri e quella che il ministro della Giustizia definisce la “lobby degli avvocati” che, frenando le riforme, impedisce all’Italia di diventare un “paese normale”. Parole pronunciate al convegno di Confindustria, dove Cancellieri è stata intervistata da Enrico Mentana. Il ministro fa riferimento alla mediazione obbligatoria reintrodotta dal governo Letta con il “decreto del fare” e alla riforma dei tribunali. Gli avvocati si sentono sotto attacco e reagiscono accusando il ministro di non voler dialogare. Ad accendere gli animi c’è stato anche un fuori onda catturato dai microfoni di Sky Tg24 sabato scorso. Cancellieri si trovava a un convegno ed è stata contestata da un gruppo di avvocati di Napoli. Il ministro ha deciso di incontrarli per far terminare la protesta e mentre lasciava il tavolo dei relatori ha così commentato: “Li vado a incontrare così me li levo dai piedi”. Parole “inaccettabili” secondo l’Anf (Associazione nazionale forense) che contribuirebbero a fornire dell’avvocatura una rappresentazione infondata. Gli avvocati aspettano che il ministro faccia un passo indietro rispetto alla “frase infelice” ma la titolare della Giustizia, a chi gli fa notare che le parole dette sarebbero gravi secondo gli avvocati, replica così: “E quello che fanno loro, interrompendo il corso della riunione? Hanno interrotto il pg mentre parlava con una gazzarra. Io mi sono allontanata dal convegno per consentire ai lavori di andare avanti”. Nessuna marcia indietro, dunque, né sulle lobby né sull’espressione “me li levo dai piedi”. E sulle riforme, promette Cancellieri, “andiamo avanti, poi è la politica che farà le sue scelte”.