A volte ritornano: a Roma infuria la “firmomania” dei presunti intellettuali a favore di Ignazio Marino

A Roma è tornata la firmomania degli intellettuali. Non si vedevano tante iniziative neanche ai tempi di Rutelli e poi di Veltroni. Adesso, con l’avvento di Marino, è tutto un pullular di altisonanti manifesti con prestigiose firme in calce. Il più recente proclama riguarda i Fori Imperiali. Tra i firmatari Alessandro Gassman, l’archeologo Adriano La Regina, la  scrittrice Dacia Maraini, l’ex ministro Edo Ronchi. Gli insigni intellettuali intendono sostenere la  pedonalizzazione  voluta dal neosindaco. Si tratta – scrivono – di «una proposta che va nella giusta direzione perché ambisce a rilanciare l’immagine internazionale di Roma, città di arte e di cultura, dopo anni di disinteresse e incuria. È significativo che la pedonalizzazione dei Fori sia considerata come una priorità negli atti di governo della nuova giunta capitolina».

Insomma, prima di vedere che cosa Marino intende realmente fare per la Capitale, lorsignori si lanciano a spron battuto a sostenere un proposta che, se attuata,  creerebbe non poche difficoltà alla viabilità nel  centro, già intasata di suo. Ma agli intellettuali firmaioli interessa solo che il sindaco faccia qualcosa di sinistra. E che c’è di più caratterizzante di sostenere una campagna per la pedonalizzazione? E poi – che volete farci– via dei Fori Imperiali è una vera e propria ossessione  per l’intellighenzia di sinistra romana. Anni fa la volevano addirittura smantellare. Oggi si accontentano di pedonalizzarla. L’ideale di Marino e dei suoi solerti apologeti è quella di una città di ciclisti sorridenti e felici. Come negli spot del Mulino Bianco e come nelle immagini di certe città del Nordeuropa. E allora vale la pena ricordare che tante biciclette si vedevano anche al tempo di Maozedong in Cina. Ma le espressioni di quella massa di ciclisti vestiti tutti uguali non erano né  tanto sorridenti né tantomeno felici. C’è, in fondo, un nonsoché di regressista in certo ecologismo di maniera in salsa mariniana. Non risultano infatti pervenute proposte della nuova Giunta  per il traffico. Ecco un possibile scenario :  il centro storico romano sarà attraversato da ciclisti felici , laddove invece, nei quartieri circostanti, la gente continuerà a soffrire e a imprecare in mezzo al traffico. Chissà quale sarà, tra qualche tempo, l’umore  degli elettori di Marino.  Non crediamo che sarà particolarmente lieto. Ma, a chi protesterà, dovremo necessariamente rispondere: avete voluto il sindaco in bicicletta? E allora pedalate con lui!