Rimini, pirata della strada travolge bimbo sul passeggino. Dopo la fuga si costituisce

Un pirata della strada ha investito un bimbo di sei mesi nel passeggino, ferendolo gravemente, poi è fuggito e più tardi si è costituito. È successo sulla via Emilia, davanti alla chiesa di Santa Giustina di Rimini. Erano le 21,25 e la mamma col passeggino stava attraversando la trafficatissima via Emilia per raggiungere la chiesa quando è arrivata a velocità una Fiat Bravo di colore bianco. L’auto ha preso in pieno il passeggino sbalzandolo e trascinandolo per alcuni metri e poi ha proseguito la sua folle corsa senza fermarsi. Il passeggino con il bimbo, stando alle testimonianze, è stato preso in pieno, e risulta infatti danneggiato e senza una ruota. L’ambulanza inviata sul posto ha trasportato il piccolo all’ospedale con il codice 3, in prognosi riservata. Il bimbo, quando è arrivato al Pronto soccorso, respirava e i sanitari sperano per il meglio. Molte ore più tardi il pirata si è costituito ai carabinieri: è un ragazzo di 22 anni, di Santarcangelo, studente universitario. Secondo la ricostruzione degli investigatori, quando è passata l’auto c’era il semaforo rosso, ma il ventiduenne avrebbe deciso di passare ugualmente, non vedendo altre auto in arrivo, e non si è accorto della donna col passeggino che aveva già iniziato ad attraversare sulle strisce. Il giovane è stato solo denunciato perché si è costituito entro le 24 ore. È il terzo pirata della strada a Rimini, in pochi giorni, da quando il 14 giugno scorso un neopatentato di 21 anni ha travolto due turiste russe, uccidendone una e poi dandosi alla fuga. Mercoledì scorso un’auto ha investito un ciclista e poi è fuggita.